Sirens, il nuovo singolo di Tiziano Palma – intervista

data:

categoria: Putsch Records

Ciao Tiziano, il tuo singolo SIRENS è uscito qualche giorno fa per Putsch Records. Si tratta di due brani techno dal sapore molto particolare. Ce ne parli? Da dove hai tratto ispirazione per il tuo sound?

Quando ho incominciato a lavorare su Sirens volevo cercare di miscelare una struttura ritmica techno con landscapes ambient e texture dub, cosi sono partito dalla creazione dei suoni dei synth che mi piaceva ricordassero l’eco delle voci di questi esseri mitologici, le sirene. Non so da cosa sono ispirato, amo la musica elettronica, l’ambient, l’house, la techno e ho ascoltato un’infinità di musica nell’arco di 40 anni, come clubber e come dj, ma credo sia l’emotività del momento sopra ogni cosa ad influenzare l’atmosfera che si respira nei miei brani.

tiziano-palma-albertodati.com

Hai lavorato come dj per due decenni. Questa esperienza ti è stata sicuramente d’aiuto nel concepire e scrivere i brani di SIRENS. Cosa pensi della scena musicale dance attuale? Vedi qualche novità interessante all’orizzonte, a prescindere dal tuo singolo? :D

Cavolo, vent’anni a fare il deejay, non ci avrei mai giurato e soprattutto devo dire che sono volati :)) Ho dei ricordi bellissimi, creare un atmosfera in un locale e condurre gli astanti a ballare con una selezione musicale molto ricercata, faceva star bene tutti e mi gratificava tantissimo :) Sono stato fortunato ad essere sempre ben accolto e ben voluto, cosa di cui sono grato a tutti coloro che negli anni mi hanno supportato e/o continuano a farlo. Però a un certo punto è nata in me l’esigenza di creare qualcosa di mio, che potesse dare forma alle idee che avevo e ai suoni da cui sono stato affascinato durante il mio lavoro. Per quanto riguarda la scena musicale, mi sono spesso imbattuto in musica di artisti differenti con grandissime similitudini nei suoni, nelle soluzioni stilistiche, negli arrangiamenti o nelle melodie vocali. Diciamo che tante volte si ha l’impressione di essere davanti a un plagio… Da un lato c’è il genere musicale, che può costringerti a restare in certi schemi identificativi e autoreferenziali; dall’altro c’è un artista che sente l’esigenza di omologarsi pur di inserirsi in una fetta di mercato musicale. L’incontro di queste due cose porta all’assenza di stile e di originalità. Quando ascolto qualcosa di nuovo spero di rimanerne sorpreso ed emozionato, e di recente questa bella sensazione l’ho avuta con il nuovo disco di Turco – davvero bellissimo , suonato bene e pieno di riferimenti stilistici e di freschezza, spero abbia il successo che merita.

“La musica dovrebbe unire, ma la gente tende a dividersi in nome della musica, come avviene nel calcio o in politica: francamente mi sembra assurdo”.

 

Come definiresti il tuo genere musicale? E più in generale, sei d’accordo con la netta divisione in generi della musica contemporanea?

Non sono mai stato bravo a descrivermi e lo stesso vale per la mia musica. Negli store dicono che io faccia Tech House/ Techno, è vero? ditemelo voi. Purtroppo l’ascoltatore medio tende ad avere un orecchio poco curioso o poco tollerante e ascolta solo ciò che conosce a memoria e ha già ascoltato milioni di volte. La musica dovrebbe unire, ma la gente tende a dividersi in nome della musica, come avviene nel calcio o in politica, francamente mi sembra assurdo. E’ bello ascoltare tutto, perché ogni momento ha bisogno della sua colonna sonora. C’è chi crede che la sua musica preferita sia la “vera” musica, c’è chi crede che la musica elettronica non sia musica o che i veri musicisti siano morti tutti, c’è chi crede nella musica dei 60, dei 70, 80 e dopo il 90 più niente, mentre i millennials sono cresciuti a colpi di talent e ne osannano i loro personaggi. Credo che decennio dopo decennio abbiamo accumulato un patrimonio musicale interminabile, sarebbe un peccato non addentrarcisi.

 

tiziano-palma-dj-albertodati.com

Per Putsch Records curi anche la veste grafica di tutte le copertine. Qual è il concept alla base di questi lavori grafici?

E’ vero le grafiche grafiche degli artisti di Putsch record le faccio io! Ora lo sanno Lol Il concept della veste grafica è stato realizzato dall’agenzia Asterisco ed è basato sulle texture dei primi effetti Moirè. E’ su questo gioco che io inserisco le mie infinite variazioni, spesso prese per strada, da elementi di tutti i giorni.

Quali sono i tuoi progetti futuri? Dobbiamo aspettarci altra techno oscura e melodica?

Ti faccio un piccolo spoiler :) In futuro mi piacerebbe organizzare un set up per un bel live set da portare in giro. Dopo Sirens chiudiamo il 2018 con un altro singolo contenente altri due brani inediti oserei dire più deep house che techno e sono già lavoro alle tracce per il 2019. Ho tantissime idee in mente e spero di concretizzarle in musica!

 

 

Puoi acquistare SIRENS di Tiziano Palma su Beatport

 

Altro sull'argomento:
  1. Treni, il nuovo singolo di Turco – Un’intervista
  2. Turco – TRENI, il singolo in esclusiva su Rockit.it
  3. “Functions EP”, il nuovo disco di OORA: l’intervista
  4. Fonemi, dal romanzo giallo alla musica – il nuovo album
  5. Buben, an electronic journey