Come preparare una canzone per il mixing in 10 passi

data:

categoria: blog

Hai finito la tua canzone, le registrazioni sulla tua DAW di riferimento sono terminate, tutti gli strumenti sono al loro posto e sei finalmente pronto per mandare la tua traccia a chi curerà il missaggio (mixing) audio. Ti suggerisco 10 passi per ottenere il massimo dalle tue tracce e non far perdere la testa al mixing engineer.

Ricorda che sono regole generali: sempre meglio accordarsi prima con il tuo interlocutore per assicurarti di mandargli i files nel modo corretto.

 

1. Salva il tuo progetto e tutti i files ad esso collegati in una cartella dal nome univoco. In ProTools esiste una utilissima funzione “Save in”.

 

2. Nomina tutte le tracce con un nome comprensibile e che richiami il contenuto audio della traccia. Non c’è peggior incubo di una finestra di mix in cui tutte le tracce si chiamano “Audio1″, “Audio2″, “Audio3″, ecc. ecc.

 

Commands_Keyboard_Focus_Mode

 

3. Esporta tutte le tracce partendo da zero. Non è tanto importante il punto di fine dell’export o del bounce quanto l’inizio, perchè se tutte le tracce partono dallo stesso punto, allinearle di nuovo in fase di mixing sarà un gioco da ragazzi.

 

4. Esporta le tracce MONO in MONO e le tracce STEREO in STEREO. Cioè se hai registrato una voce con un microfono, quella traccia vocale andrà esportata in MONO. I microfoni di una batteria usati per la ROOM o per gli Overheads, così come synth/pads, possono essere esportati in una singola traccia stereo, allo stesso modo di tutte le altre fonti che in origine sono stereofoniche.

 

5. Cerca di non esportare le tue tracce a volume troppo alto. Non si tratta solo del volume del fader, ma anche dei plugin eventualmente presenti sul canale. Assicurati che i plugin non vadano mai in rosso. Cerca di ottenere un buon livello medio, con picchi attorno ai -6dB.

 

5. Non convertire mai i formati. Se hai lavorato a 24bit 44100Hz, esporta le tue tracce alla stessa risoluzione, senza operare conversioni. Sarà il mixing engineer a decidere caso per caso se e quando convertire i formati.

 

6. MAI esportare le tracce in mp3.

 

7. Cerca di eliminare tutti gli effetti che hai aggiunto (soprattutto riverberi e compressioni). Se questi effetti sono però parte integrante del suono che hai creato, allora includili nell’export. Anche per delay e modulazioni vale lo stesso discorso: se hai automatizzato molto i delay e pensi sia difficile ricrearli ex novo, è opportuno lasciare la traccia effettata ed esportare tutto in un unico bounce.

 

8. In alternativa al punto 7, puoi esportare la traccia non effettata (dry) e il ritorno dell’effetto separatamente (wet 100%). Sempre in ProTools, puoi usare la funzione Bounce solo sull’aux dell’effetto, ricordando di mettere in solo la traccia dry ma senza assegnare un’uscita alla stessa. Per la traccia dry – invece – la funzione Consolidate (alt+shift+3) è molto rapida e permette di avere immediatamente nella cartella Audio Files l’intera traccia originale senza effetti in un unico file.

 

9. Prendi appunti, e assieme ai files manda una email dettagliata dei bounce, della velocità di ogni brano (in bpm), e delle eventuali osservazioni.

 

10. Se hai fatto un mix del tuo brano (rough mix), inviarlo a chi realizzerà il missaggio finale è una buona idea. Potrà partire da lì per costruire la sua visione del pezzo. Con il tuo mix rough, invia fino ad un massimo di 5 brani (anche link su youtube/spotify vanno bene) che ti piacciono o che pensi siano simili al suono che hai cercato di ottenere in fase di composizione/produzione. Anche questi saranno una guida utile per il mixer, in modo che possa facilmente capire i tuoi gusti e quello che vuoi ottenere a livello sonico.

 

Questi sono i passi fondamentali: un ultimo controllo alle tracce che hai esportato è sempre utile, in modo da assicurarti che non ci siano strumenti indesiderati o vuoti non voluti. Seguendo questi 10 passi e accordandoti con chi curerà il missaggio, il risultato è assicurato!

Altro sull'argomento:
  1. Maggio 2015 – “Listen Now” ep now out!
  2. Fade “Infinite” live video
  3. Registratore a bobina e Daw parte 2
  4. Come usare un registratore a bobina con la tua DAW
  5. Fade – Infinite ep
Lascia un tuo commento