Alberto Dati biography

Alberto Dati Alberto Dati è nato a Taranto nel 1975. Da sempre appassionato di musica, ha cominciato a collaborare nel 1999 con Tokyo Dawn Records, weblabel basata in Germania, pubblicando un ep di 4 tracce che costituisce il suo esordio nella produzione musicale.

Nel 2000 Alberto Dati è entrato in contatto con Minus Habens Records, storica etichetta italiana di musica elettronica. Dal 2001 ad oggi ha pubblicato con Minus Habens 5 album sotto diversi pseudonimi (Dati, Appetizer, Elastic Society). I suoi brani sono apparsi in compilation sparse per il mondo per etichette come George V Records e Soulstar, in titoli che vanno da “Barlotti” a “Generation Cocktail” e “Cafè Solaire” in Francia; “Replay Unlimited Frequencies #1, #2 e #3″, “Acid Jazz”, “DVD Biblioteca del Senato Giovanni Spadolini”, “Repubblica XL”, “Pepita”, “Golden Room voll. 1,2,3″ in Italia; “Spirit & Faith” in UK; “DVD Dosage V” e “Props & High Fives” in USA; “Lounge Time vol. 4″ in Germania; “Absolute Girrls Manifesto vol. 4″ in Belgio;  e molte altre.

Alcuni suoi brani sono stati inclusi nelle colonne sonore di film di successo: “L’Amore Ritorna” di Sergio Rubini, con Mariangela Melato, Fabrizio Bentivoglio, Margherita Buy; “Mio Cognato” di Alessandro Piva e “Ho Voglia di Te” di Luis Prieto, con Riccardo Scamarcio e Laura Chiatti. Negli stessi anni ha pubblicato in digitale tre ep con lo pseudonimo Hari Seldon, e assieme al turntablist Fonky-T ha prodotto 2 ep drumandbass a nome Synthax Error.

Contemporaneamente a questa attività di produttore e arrangiatore, Alberto Dati ha lavorato come mixer e remixer in molte produzioni indipendenti (Mama Marjas, Fido Guido, Miss Mykela, Altro, The Jains, General Levy, Il Guaio, Le Diverse Mode, Abulafia, Science Force, Vegetable-G, Pilot Jazou, Camillo Pace, Non Giovanni, ecc.).

All’attività di produttore ha sempre alternato quella di dj, con un set di bass music e techno dall’impatto massivo e profondo, tutto gestito dal vivo con controllers e live looping. Negli anni ha suonato i suoi dj-set con nomi del calibro di Swayzak, Rebotini, Earthrob, Mia, Steve Bug e molti altri.

Nel poco tempo rimasto, Alberto Dati esplora i territori della musica country e folk americana per mezzo di una chitarra acustica, ma non disdegna di suonare una Gibson e un enorme reverbero a molla.